Diritti e doveri dei clienti

  • condividi
  • |
  • |
Diritti e doveri dei clienti del Servizio di Trasporto Pubblico
I diritti dei clienti
I clienti del Servizio di Trasporto Pubblico hanno diritto:
a. viaggiare in condizioni di sicurezza e tranquillità;
b. all’informazione a terra ed a bordo dei mezzi di trasporto;
c. alla tempestiva pubblicazione e reperibilità degli orari in essere;
d. al rispetto degli orari in essere;
e. ad acquisire, anche tramite un servizio informazioni telefonico, le informazioni relative al servizio ed alle modalità di fruizione del medesimo;
f. al comportamento cortese e rispettoso da parte di tutto il personale in servizio;
g. alla riconoscibilità del personale a contatto con l’utenza;
h. ad inoltrare reclami;
i. ad esprimere giudizi e proporre suggerimenti;
j. alla fruizione del servizio nel rispetto degli standard indicati nella Carta dei Servizi;
k. al rimborso del biglietto nel caso in cui, nei servizi extraurbani, la corsa venga effettuata con oltre 30 minuti di ritardo per cause imputabili all’azienda (secondo quanto disposto dal Regolamento Regionale n°9 art.16, approvato in attuazione dell’art.23 comma 1 della LR. 42/98).

I doveri dei clienti
Sugli autobus e nelle infrastrutture a disposizione del pubblico, i viaggiatori sono tenuti al rispetto dei seguenti comportamenti (cfr. LR. 42/98 e delibera Consiglio Regionale 245/2001):
a. gli utenti dei servizi di trasporto pubblico locale sono tenuti a munirsi di idoneo e valido titolo di viaggio, a conservarlo per la durata del percorso ed alla fermata di discesa ed esibirlo a richiesta del personale di vigilanza;
b. occupare un solo posto a sedere;
c. rispettare le disposizioni relative ai posti riservati;
d. non disturbare gli altri viaggiatori; l’uso dei telefoni cellulari è ammesso a condizione di non arrecare disturbo agli altri viaggiatori;
e. non sporcare e non danneggiare i mezzi e le strutture di supporto. Le sanzioni di cui all'art.25, comma 4 della LR. 42/98 (riportate per esteso nella Carta dei Servizi) non si applicano qualora tali atti siano compiuti da chi è colto da improvviso malore, fermo restando l’obbligo del risarcimento del danno eventualmente arrecato.
f. non trasportare oggetti nocivi o pericolosi;
g. non portare con sé armi cariche e non smontate, salvo quanto stabilito dalle vigenti leggi in materia di detenzione nonché di tutela della sicurezza pubblica.
Le munizioni di dotazione devono essere accuratamente custodite negli appositi contenitori. Il divieto non si applica agli agenti della forza pubblica;
h. non usare i segnali d’allarme o qualsiasi dispositivo di emergenza se non in caso di grave e incombente pericolo;
i. rispettare le disposizioni concernenti il trasporto animali ed il trasporto bagagli;
j. non fumare;
k. non gettare alcun oggetto dai veicoli.