In evidenza

  • condividi
  • |
  • |

28 dicembre 2017

Contratto ponte TPL

È stato presentato oggi, 28/12/2017, il contratto ponte che regolerà il trasporto pubblico in tutta la Toscana per i prossimi due anni (2018-2019) presso sala stampa Cutuli di palazzo Strozzi Sacrati in piazza Duomo 10 a Firenze.
Sono intervenuti in conferenza stampa il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, l’Assessore Regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, l’Ing. Riccardo Buffoni e il Presidente della neonata ONE SCARL – la società consortile che raccoglie gli attuali 14 gestori del trasporto pubblico su gomma in Toscana, fra cui Cap – Andrea Zavanella, i quali hanno ribadito l’importanza dell’accordo per il contratto ponte, raggiunto dopo un lungo periodo di incertezza dovuto all’aggiudicazione della gara a lotto unico regionale ed ai ricorsi da essa scaturiti.
In contratto ponte, infatti, è stato concepito per gestire il periodo transitorio in attesa del parere della Corte di Giustizia Europea e del Consiglio di Stato, attraverso un affidamento diretto dei servizi di TPL in via d’urgenza agli attuali gestori riuniti in un unico consorzio.
La scelta, da parte di tutte le altre aziende consorziate in ONE, di aderire al contratto ponte proposto dalla Regione Toscana non pregiudica le rivendicazioni pendenti in Consiglio di Stato, ed è dovuta soprattutto alla necessità di fare nuovi investimenti e in tecnologia, nonché di procedere a nuove assunzioni.
Le principali novità saranno:
- 229 nuovi autobus a basse emissioni (di cui 132 bus previsti nel 2018 e 97 nel 2019) che andranno a sostituire gli autobus Euro 0 e Euro 1;
- attivazione del sistema AVM (controllo satellitare della flotta) su tutto il territorio toscano con la possibilità di informazioni in tempo reale sul transito consultabili sulle nuove 275 paline intelligenti e APP;
- bigliettazione via SMS in tutti i comuni della Toscana;
- bigliettazione elettronica estesa a quasi tutti i comuni capoluogo di Provincia. Per l'area fiorentina è previsto l'avvio della smart card 'UNICO Firenze', valida per tutti i mezzi di trasporto - compresi treni Trenitalia - nell'ambito della Città metropolitana di Firenze;
- avvio, dal 1° luglio 2018, della ''comunità tariffaria regionale'', che prevede tariffe omogenee in tutta la regione e costo del biglietto urbano dei capoluoghi a 1,50 euro, dei centri urbani minori a 1,20, con allineamento delle tariffe extraurbane alle attuali tariffe ferroviarie;
- avvio di abbonamenti ISEE annuali e per studenti, cioè abbonamenti con tariffe ridotte per chi ha reddito familiare certificato ISEE inferiore a 36.000 euro, analogamente a quanto avviene per i treni.
Il nuovo scenario permette da un lato alle aziende di guardare con serenità ai prossimi due anni, impegnandosi ancora di più nella collaborazione con la Regione e garantendo ai lavoratori il mantenimento del proprio livello occupazionale e dall’altro lato agli utenti di godere del rinnovamento di mezzi e strumenti che miglioreranno comfort, sicurezza ed accessibilità al servizio.
Il contratto ponte biennale verrà firmato in data 29/12/2017 dalla Regione Toscana, da ONE SCARL e dai due concorrenti della gara a lotto unico toscana, MOBIT SCARL e Autolinee Toscane ed avrà effetto dal primo gennaio del nuovo anno.